Varsavia, 21 dicembre 2023 –  Il compositore Alessandro Grego ha vinto il primo premio al prestigioso Concorso Internazionale di Composizione “Arboretum” Krzysztof Penderecki a Radom, nella Polonia centrale.

Con un concerto per violino ed orchestra d’archi “El mar de l’eterno”, il cui titolo è ispirato ad una poesia omonima di Biagio Marin, ha avuto la meglio su partiture provenienti da ogni parte del mondo e sui finalisti statunitense, tedesco, danese, spagnolo e polacco.

Alessandro Grego, unico italiano in gara, ha ricevuto anche un premio speciale voluto da Elzbieta Penderecka, vedova del compositore e fondatore del concorso.

La finale del concorso si è svolta sabato 10 dicembre nella sala da concerto dedicata a Krzysztof Penderecki, nel complesso della scuola di musica di Radom. Ben 94 partiture da tutto il mondo sono state inviate a questa edizione del concorso.

All’inizio di ottobre, la giuria composta da Joanna Wnuk-Nazarowa – presidente, Paul Paterson, Piotr Moss e Maciej Zóltowski, ha selezionato sei composizioni finaliste e dopo il concerto ha decretato la vittoria di Grego.

Chi è Alessandro Grego?

Nato a Trieste nel 1969, Grego studia composizione con Giorgio Gaslini e Curtis Roads. Successivamente intraprende gli studi di musicologia presso la Scuola di Paleografia e Filologia Musicale di Cremona per poi approfondire la musica da film presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. La sua musica è caratterizzata da un’orchestrazione ricca e complessa, da un uso innovativo dei mezzi elettronici e da una forte attenzione alla melodia. I suoi interessi spaziano dalla musica classica alla musica contemporanea, dalla musica da film alla musica d’arte.

Nel corso della sua carriera, Grego ha composto musica per film, documentari, spettacoli teatrali e concerti. Le sue opere sono state eseguite da importanti solisti, orchestre ed ensemble in Italia e all’estero.

Grego è un compositore di fama internazionale, apprezzato dalla critica e dal pubblico. La sua musica è caratterizzata da una grande originalità e raffinatezza, e rappresenta un importante contributo alla musica contemporanea.

Non me lo aspettavo e ringrazio tutti quelli a cui è piaciuta la mia musica. Questa è la mia seconda volta in Polonia dove mi sento a mio agio, specialmente a Radom. Sento che questo paese è vicino alla mia anima” – ha detto Grego dal palco, subito dopo l’annuncio della sua vittoria.

La composizione “El mar de l’eterno” è dedicata alla memoria di Edda Serra, critico letterario e profonda studiosa del poeta Biagio Marin.

Da comunicatistampa.net

Di entrata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *