Partita ufficialmente la prima edizione del Premio Raffaele Baldassarre, un concorso per l’attribuzione di borse di studio per attività di tirocinio al Parlamento europeo per i laureati in turismo dell’Università del Salento e dell’Università della Calabria. Dopo la pubblicazione del bando sui siti delle due Università, la Commissione presieduta dall’avv. Francesco Baldassarre ha decretato le prime vincitrici del Premio: Silvia Abbadessa di Maglie (LE) già arrivata a Bruxelles e Daniela Strozzi di Scalea (CS) che inizierà lo stage inizio 2024. L’importante iniziativa patrocinata dai deputati europei Cinzia Bonfrisco, Laura Ferrara e Paolo De Castro, era stata presentata presso la rappresentanza del Parlamento europeo in Italia in occasione della conferenza l’Europa per le Competenze a cui hanno partecipato autorevoli esponenti istituzionali e politici nazionali ed europei.

Il premio è stato istituto dall’associazione Raffaele Baldassarre che si propone, seguendo gli ideali ed i valori che hanno contraddistinto il percorso di vita politico, sindacale e professionale di Raffaele Baldassarre Deputato europeo e V. Presidente Commissione Giuridica prematuramente scomparso.  L’associazione si propone di mantenerne immutato il ricordo e di coltivarne la memoria, stimolando una visione corretta di meritocrazia e premiando la virtù, il talento e la tenacia di quanti, con impegno e costanza, si distinguono nello studio e nella ricerca nelle materie giuridiche, economiche e sociali, ed in particolare nel campo delle istituzioni comunitarie per rafforzare il legame culturale tra i singoli Paesi e gli Organismi comunitari diffondendo una cultura europeista, nel campo del diritto pubblico, del diritto del lavoro e sindacale, delle relazioni industriali, del welfare.

Il V. Presidente Peppino De Rose: “È una profonda soddisfazione poter contribuire alla crescita dei nostri giovani, riconoscere e valorizzare l’eccellenza negli ambiti accademici e professionali e promuovere l’impegno e la passione civile nel perseguire i valori liberali ed europeisti per una democrazia meritocratica e solidale, che sono alla base di una comunità eticamente e civicamente evoluta”

Di entrata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *